Come abbassare il fosforo siero

Il fosforo è un minerale essenziale che il tuo corpo ha bisogno per mantenere le ossa sane, le membrane cellulari e la produzione di energia, ma il fosforo in eccesso di consumo può causare livelli elevati di siero di fosfato, noto anche come iperfosfatemia, soprattutto nelle persone con problemi renali. L’elevato fosforo sierico può avere gravi effetti sulla salute, inclusa la calcificazione dei tessuti non-caseari e dei danni agli organi. Abbassare il rischio di iperfosfatemia con pochi cambiamenti dietetici e di stile di vita.

Ridurre l’assunzione di carni ad alto contenuto di fosforo, come il salmone, l’ippoglosso, le carni di organo, le sardine e il pollo, invece di carne, maiale, agnello, pollame e altri pesci.

Utilizzare verdure a basso contenuto di fosforo, come patate, squash, cavolo, barbabietole, carote, cetrioli, pomodori, cipolle e lattuga. Evitare le verdure contenenti livelli più alti di fosforo, come piselli, fagioli, lenticchie, mais, patate dolci, carciofi, asparagi, broccoli e spinaci.

Evitare prodotti lattiero-caseari come latte, yogurt, gelati e formaggi duri. Secondo l’istituto di Linus Pauling, il latte ha 250 mg e yogurt ha 385 mg di fosforo in 8 oz. servendo. Utilizzare invece il latte di riso, creme di crema nera, crema di formaggio e sherbet.

Ridurre l’assunzione di prodotti a grani interi contenenti alti livelli di fosforo. Utilizzare invece grani raffinati e prodotti di grani raffinati. Una fetta di pane di grano intero ha 57 mg di fosforo, mentre il pane bianco arricchito ha solo 25 mg. Tuttavia, i cereali integrali sono fonti importanti di fibre alimentari che potrebbero contribuire a ridurre il rischio per molte condizioni di salute e obesità. Assicurarsi un adeguato assorbimento di fibre mangiando verdure.

Bere acqua, zenzero, soda di calce e birra alla radice invece di bevande cola.

Evitare l’eccessivo utilizzo di clisteri che contengono sali di fosfato. Il tuo corpo può assorbire questi sali, portando a iperfosfatemia.

Mangia integratori vitaminici e minerali che non contengono o solo bassi livelli di fosforo.