Come conoscere la differenza dal tunnel carpale e dall’artrite reumatoide

Molte malattie diverse causano dolore alla mano e al dito. La sindrome del tunnel carpale e l’artrite reumatoide sono malattie comuni che influenzano le tue mani, ma sono condizioni distinte diverse. Consultare il medico per una diagnosi accurata se soffre di dolore, gonfiore o formicolio nelle mani o nelle dita che dura più di qualche giorno o che influenza la tua capacità di usare le mani.

Sindrome del tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è causata dalla pressione sul nervo mediano, situato nella base del palmo. Questo nervo viaggia attraverso un piccolo tunnel, insieme a 9 tendini che muovono le dita e il pollice. Il tunnel carpale è formato da piccole ossa nel polso e un legamento che forma un “tetto” sopra il tunnel. Il nervo mediano dà sensazione al pollice, all’indice, alla metà e alla metà del dito anulare. Fornisce anche i muscoli che muovono le dita e il pollice. La sindrome del tunnel carpale provoca dolore, formicolio e possibilmente intorpidimento in queste dita. Nel tempo, la debolezza può svilupparsi nei muscoli forniti da questo nervo. Il gonfiore non è un sintomo comune della sindrome del tunnel carpale.

Artrite reumatoide

L’artrite reumatoide si verifica quando il tuo sistema immunitario attacca erroneamente articolazioni sane in tutto il corpo. Questa malattia influenza frequentemente le articolazioni nelle mani e nelle dita. I sintomi comuni includono dolore, rigidità, gonfiore articolare, arrossamento e calore delle aree colpite. A differenza della sindrome del tunnel carpale, l’artrite reumatoide colpisce tutte le dita e in genere non provoca formicolio o intorpidimento.

Confronto

La sindrome del tunnel carpale è spesso causata dall’uso ripetitivo dei tendini che piegano le dita e il polso o mantengono i polsi in posizioni scomode – completamente piegate in avanti o indietro – per lunghi periodi. Questa condizione può anche essere dovuta all’uso frequente di utensili vibranti. Raramente, la sindrome del tunnel carpale si sviluppa a causa del trauma diretto al polso. I sintomi di questa condizione si sviluppano nel tempo, spesso in una sola mano. Inizialmente si può sentire dolore occasionale o formicolio in una delle dita colpite, in particolare durante la notte quando il polso è in una posizione per un lungo periodo di tempo. Poiché la condizione peggiora, i sintomi diventano più frequenti: i sintomi dell’artrite reumatoide, invece, spesso colpiscono entrambe le mani contemporaneamente. La rigidità si sviluppa nelle dita presto con questa condizione ed è particolarmente importante la mattina. La gravità di altri sintomi varia in base al livello di infiammazione nelle articolazioni e è diversa per ogni persona. Tuttavia, la deformità progressiva delle articolazioni del polso e delle dita non è rara con l’artrite reumatoide. Poiché l’artrite reumatoide è un disturbo del sistema immunitario, tutto il corpo è influenzato dalla malattia. Altri sintomi possono includere stanchezza, perdita di appetito e dolori al corpo.

Diagnosi della sindrome del tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è tipicamente diagnosticata in base ai sintomi e ai risultati degli esami fisici. I sintomi aumentano quando il polso è piegato in posizioni estreme – in genere in avanti, ma anche in ritardo. Per testare la sindrome del tunnel carpale, il polso viene posizionato in una posizione completamente piegata per un minuto e monitorato per dolore, intorpidimento o formicolio nelle dita. I medici anche toccano il nervo mediano nel polso per vedere se si verificano sintomi. L’elettromiografia – corrente elettrica somministrata con piccoli aghi lungo il percorso del nervo mediano – viene spesso utilizzato per misurare la potenza del segnale per valutare la gravità della sindrome del tunnel carpale. L’ultrasuono è talvolta usato per cercare l’infiammazione o l’allargamento del nervo mediano.

Diagnosi di artrite reumatoide

Si sospetta l’artrite reumatoide basata su sintomi di dolore articolare, arrossamento, calore, rigonfiamento e rigidità. A differenza della sindrome del tunnel carpale, l’artrite reumatoide non viene diagnosticata basandosi solo sui sintomi clinici. Test di sangue vengono eseguiti per misurare i livelli di proteine ​​chiamate anticorpi nel sangue. I livelli anormali di un anticorpo specifico – anticiclico anticiclico peptidico citrullinato – sono spesso presenti con l’artrite reumatoide, poiché la malattia attacca erroneamente tessuti articolari sani. L’artrite reumatoide provoca anche urti denti chiamati noduli per formarsi su aree ossee del corpo, compresi i giunti delle dita. I raggi X sono spesso usati per determinare la quantità di danno articolare presente con l’artrite reumatoide.

La sindrome del tunnel carpale viene prima trattata conservativamente con riposo e evitando attività che rendono i sintomi peggiori. La terapia fisica o professionale è spesso prescritta per questa condizione. Trattamenti tra cui lo splinting del polso in posizione diritta, ultrasuono, massaggio, gamma di esercizi di movimento e rafforzamento. La compressione nervosa grave può richiedere un intervento chirurgico. Una piccola incisione viene fatta sul tunnel e il “tetto” del tunnel viene tagliato per alleviare la pressione sul nervo. L’artrite reumatoide viene trattata medica con farmaci antinfiammatori come naproxen (Aleve) e ibuprofene (Advil). I farmaci steroidi come il prednisone sono talvolta prescritti per trattare i sintomi di questa condizione. I farmaci antireumatici che modificano le malattie come il metotrexato (Rheumatrex, Trexall) vengono talvolta utilizzati per rallentare il processo di malattia. I sintomi dell’artrite reumatoide sono trattati anche con riposo e evitamento di attività aggravanti. I trattamenti terapeutici o professionali sono comunemente prescritti per l’artrite reumatoide, inclusi cera di calore o paraffina per aumentare il flusso sanguigno, esercizi per ridurre la rigidità e migliorare il movimento e l’educazione nella modifica delle attività per rendere più facile le attività quotidiane.

Trattamento