Dieta e stanchezza

Uno dei modi principali per gestire la sindrome dell’intestino irritabile e la fatica è attraverso la vostra dieta. Alcuni alimenti possono causare sintomi IBS che possono causare dolori allo stomaco, diarrea, costipazione e stanchezza. Poiché non vi è alcuna cura per l’IBS, lavorare con il vostro gastroenterologo per determinare il piano dietetico più efficace come misura preventiva. Mantenere un registro degli alimenti che mangi più spesso e come influenzano i sintomi del vostro IBS per aiutare il medico a determinare quali cibi devi evitare.

Da qualche parte tra il 10 e il 20 per cento della popolazione americana si manifestano sintomi IBS in una sola volta, secondo l’Università di Maryland Medical Center. IBS si sviluppa quando i muscoli del tuo colon non funzionano normalmente, contraendo più velocemente o più lentamente del normale. Questa anomalia può portare a diarrea cronica, costipazione o alternanza tra i due sintomi. Altri sintomi includono crampi, dolori, gonfiori e nausea dopo aver mangiato. I vostri sintomi sono gestiti in modo efficace attraverso la modifica della dieta e riducendo la quantità di stress nella tua vita.

Avere IBS può causare affaticamento ogni volta che i sintomi vengono scatenati. Evitare certi alimenti può impedire lo sviluppo di affaticamento e altri sintomi comuni di IBS. L’Istituto Nazionale del diabete e delle malattie del digestivo e del rene afferma che gli alimenti comuni che possono scatenare sintomi IBS includono alimenti grassi, dolcificanti artificiali, alcool, latte, caffeina, fagioli, cavoli e altri gas che causano cibi. Non tutti i sintomi di IBS sono innescati dagli stessi alimenti. Ad esempio, si può notare che dopo aver mangiato un alimento senza zucchero contenente un dolcificante artificiale i sintomi spariranno. In questo caso, evitare il cibo specifico e chiamare il proprio medico. Un altro modo in cui l’IBS provoca la stanchezza è il fatto che ti provoca infiammazioni intestinali, che a sua volta provoca livelli inferiori di acido glutammico. I livelli di acido glutammico più bassi significano livelli più bassi di acido gamma-aminobutirrico, o GABA, che è un agente calmante nel cervello, come spiegato da Eva Cwynar, autore di The Fatigue Solution. Il risultato finale dei livelli inferiori di GABA è l’esaurimento, l’inquietudine, lo stress e la stanchezza.

Aumenta la quantità di fibre nella vostra dieta. La fibra può aiutare a ridurre al minimo i sintomi di IBS. La fibra deve essere aumentata a un ritmo lento, aggiungendo un paio di grammi al giorno fino a quando non si nota un miglioramento. Stai lontano da alimenti che causano problemi per la tua condizione. Ad esempio, se si nota che il broccolo provoca gas e gonfiore ma mangiare i fagiolini non lo fa, evitare di mangiare broccoli. I sintomi di IBS possono essere ridotti mangiando contemporaneamente ogni giorno. Metti il ​​tuo sistema digestivo su un programma. Non mangiare troppo, ma tentare di mangiare piatti più piccoli e più frequenti.

L’affaticamento causato da IBS è principalmente prevenendo la formazione di altri sintomi. Se si sente affaticato per più di tre giorni, chiamare il medico e fare un appuntamento. Aumenta la quantità di liquidi che stai consumando in un giorno. Bere molta acqua, succhi di frutta, tisane e brodo di pollo. Dovresti evitare di usare la caffeina per affaticare perché può stimolare i tuoi intestini, causando peggioramento della vostra diarrea.

Che cosa è IBS?

Fatica e dieta

Considerazioni dietetiche

Trattamento della fatica