L-lisina e scandole

L-lisina, nota anche come lisina, è un aminoacido essenziale: il corpo richiede la L-lisina dalla dieta per costruire proteine ​​che svolgono un ruolo fondamentale nella crescita, nello sviluppo e nella ripartizione dei grassi in energia. Secondo il sistema sanitario dell’Università del Michigan, l’integrazione di L-lisina oltre i requisiti nutrizionali – sotto forma di cibo o integratori alimentari individuali – ha attirato l’interesse come un potenziale trattamento per le tegole.

Potenziale

Secondo il professore di Baylor College of Medicine, Wayne X. Shandera, M.D., i tegami risultano quando il virus della varicella-zoster che provoca la polpa di pollo riattiva all’interno delle radici dei nervi sensoriali. Il virus varicella-zoster, secondo Shandera, appartiene alla stessa famiglia dei virus herpes simplex e talvolta è alternatamente noto come virus dell’eroasi umano-3. Poiché la L-lisina sembra contrastare la riproduzione dei due tipi di virus di herpes simplex, il sistema sanitario dell’Università del Michigan dice che “alcuni medici ritengono che la supplementazione della lisina possa aiutare le persone” con le tegole.

funzioni

La L-lisina funziona fermando l’effetto promozionale della crescita di un altro aminoacido essenziale, L-arginina, sui virus di herpes simplex, secondo il professor David Rakel dell’Università del Wisconsin, il Dr. Rakel afferma che L-arginina non solo indica il virus per iniziare Cresce, fornisce anche materie prime per sostenere tale crescita. La L-lisina concorra con L-arginina per l’assorbimento da parte delle cellule infette e, una volta dentro, blocca direttamente i suoi effetti da un meccanismo che rimane poco chiaro. La L-lisina può funzionare allo stesso modo sul virus che causa scintille, tuttavia UMHS avverte che ciò non è dimostrato.

fonti

Lo specialista della medicina nutrizionale, Alan R. Gaby, M.D. spiega che cibi come tacchino, pollo, salmone, tonno, halibut, sardine, formaggio, tofu e fagioli contengono quantità relativamente elevate di L-lisina e basse quantità di L-arginina. Gaby rileva che le persone con zucchero possono acquistare l-lisina in forma di creme per uso topico e pillole, polvere e liquidi per uso orale.

Sicurezza

Gaby dice che “le dosi fino a 6 g al giorno sono dichiarate sicure, ma gli studi sulla tossicità a lungo termine non sono stati condotti negli esseri umani”. Gaby non raccomanda l’integrazione di L-lisina per le persone con malattie renali o epatiche e le donne in gravidanza o infermieristico, perché può compromettere l’equilibrio tra altri amminoacidi. Allo stesso modo, Gaby dice che le persone con schegge che hanno calcoli biliari, malattie cardiache o livelli elevati di sangue di colesterolo o trigliceridi devono parlare con i loro medici prima di assumere integratori di L-lisina.

Efficacia

A partire da ottobre 2010, la Biblioteca Nazionale della Medicina non elenca studi che valutino l’efficacia della L-lisina contro il virus della varicella zoster o specificamente tra le persone con zucchero. Il sistema sanitario della University of Michigan avverte che mentre gli integratori di L-lisina “possono accelerare la guarigione e aiutare a prevenire i focolai” tra le persone con herpes simplex, il loro uso nelle persone con tegole è “speculativo” a causa della mancanza di prove dirette. UMHS raccomanda cambiamenti dietetici che enfatizzano alimenti L-lisina e diminuiscono l’assunzione di alimenti ad alta L-arginina come cioccolato, noci, semi di girasole e gelatina.