Olio di karanja rispetto all’olio neem

Karanja e oli neem sono stati usati ampiamente in India per secoli per curare una varietà di disturbi. Sono ancora utilizzati nella medicina ayurvedica, così come da aziende cosmetiche e aziende che producono pesticidi. Mentre c’è una lunga tradizione di uso medico sia per i karanje che per gli oli di neem, è necessario studiare più sul loro beneficio e sulle possibili complicanze, come le interazioni con i medicinali.

Storia

L’olio di Neem è stato utilizzato in India da almeno 4000 aC. È stato riferito negli antichi script indiani come “il curatore di tutti i disturbi”. Gli alberi di Neem sono da tempo considerati fortunati in India e sono spesso chiamati “la farmacia del villaggio”, secondo i prodotti naturali di Uncle Harry di Redmond, Washington. L’olio di Karanja è stato utilizzato in India da centinaia di anni. È una pianta resistente che può prosperare in molte condizioni. Ora si può trovare in Florida, Hawaii, Australia, Vietnam, Malesia, Seychelles, Oceania e Filippine.

Identificazione

L’olio di Neem è pressato a freddo dai nuclei di frutta dall’albero di Azadirachta indica, sempreverdi. Tutte le parti dell’albero possono essere utilizzate per via medica, secondo il sito web della Plant of the Week di University of Oklahoma. Il principio attivo principale di neem è l’azadirachtina, un insetticida repellente. L’olio di Karanja viene pressato a freddo dai semi dell’albero di Pongam. L’olio è marrone rossastro, piuttosto viscoso e non commestibile. L’olio di Karanja ha un aroma più lieve dell’olio di neem. L’aroma dell’olio di Karanja è spesso descritto come “nocciola”. Pertanto, è considerato più versatile dell’olio neem per l’utilizzo in prodotti come saponi e shampoo.

Funzione

L’olio Neem viene utilizzato sia internamente che esternamente. Si pensa di prevenire danni radicali liberi nel corpo, rimuovere le tossine e purificare il sangue. Le proprietà medicinali di Neem sono antibatteriche, antidiabetiche, antimalariali, antitumorali e antiulcer. Si pensa inoltre di avere effetti positivi sui sistemi nervosi cardiovascolari e centrali. L’olio di Neem contiene acidi grassi essenziali e vitamina E. L’olio di Karanja è un cugino di olio di neem, quindi ha benefici terapeutici simili. L’olio di Karanja è più pregiato e utilizzato per le sue funzioni antisettiche e insetticide. Viene spesso utilizzato esternamente.

Uso

Neem è una erba chiave per la medicina Ayurvedica e Unani. È usato nel trattamento di un’ampia varietà di malattie, malattie e problemi, compresa la psoriasi, l’herpes, le allergie, le ulcere, l’epatite, il cancro, la malattia periodontale e per aumentare il sistema immunitario. Neem è spesso usato in dentifrici, lozioni e saponi oggi. Viene anche usato come insetticida naturale. Praticato internamente, neem è presunto per uccidere i parassiti e gli agenti patogeni. Karanja è usato in medicinali ayurvedici e folkloristici per disturbi dell’occhio e malattie cutanee come eczemi, reumatismi, ferite e vermi. Viene anche usato per prevenire la crescita batterica in bocca. Karanja è un prodotto naturale repellente per uso agricolo e per uso umano e animale da parte di pidocchi, zanzare, pulci, zecche, acari e mosche. L’olio è ampiamente usato in saponi, abbronzatura in pelle e linimentazioni topiche. Quando mescolati insieme, gli oli di karanja e neem sono efficaci per trattare la mania negli animali domestici.

considerazioni

Pochi studi sono stati fatti sulle interazioni farmacologiche per questi oli, in modo che le persone che usano farmaci devono controllare con un medico prima dell’uso. A causa della forza dei oli di neem e karanja, i produttori raccomandano cautela se utilizzano internamente. I bambini, le mamme infermiere e le donne in gravidanza non dovrebbero usare gli oli all’interno. L’uso a lungo termine dell’olio di neem è stato collegato sia alla disfunzione renale che al fegato e le grandi dosi di neem possono essere tossiche.